martedì 24 maggio 2016

Il social eating alle pendici dell'Etna

Alle pendici dell'Etna, in un piccolo rudere immerso nella natura con panoramica mare-etna, Pietro, chef per passione ( non professionista) ti prepara un pranzo personalizzato per te e i tuoi amici, si intrattiene con te, ti racconta le sue pietanze e le materie prime impiegate, rigorosamente acquistate in posti di fiducia selezionati sul territorio.




Da tempo mi interesso di Sharing economy ( leggi: La rivoluzione di Airbnb e della Sharing economy cambia il mondo) e, da un annetto, mi ha incuriosito una delle sue principali modalità, il social eating, che sta prendendo piede in tutto il mondo, anche in Sicilia. Ritengo che la Sicilia, con le sue "materie prime" della terra e le sue tradizioni culinarie, sia davvero un terreno fertile per questa nuova accezione rivolta a turisti ( normalmente si prenota attraverso app e siti tematici) e locali meno tradizionalisti e più social.
A questo proposito vi consiglio un'esperienza sul mio territorio, dallo chef Pierre, belga di origini siciliane ( prima lingua francese, seconda siciliana, terza italiana!), che ci ha deliziati con un pranzo spettacolare sia per la qualità che per la quantità.
Come funziona? Due giorni prima concordiamo un menù, Pierre va a fare la spesa il giorno prima e prepara per noi. Sabato alle 13.00 ci incontriamo nella sua bellissima casetta, lui mette a nostro servizio la sua più grande passione, la cucina, noi passiamo una giornata insieme in un "home restaurant" aperto solo per noi!
Siamo partiti dall'aperitivo, dove già il tocco dello Chef era evidente...



L'antipasto con arancini di pasta, coschette di pollo al miele, crostati di mare a forno e spiedini alla brace.


Due primi, un piatti di spaghetti alle vongole e, come dice Pierre, tante vongole non come al ristorante " ca non ti fannu sentiri mancu u ciaru" ( parla benissimo il siciliano..), poi un risotto ai funghi, zafferano e olio di tartufo. Spettacolari..









Già eravamo pieni ma non potevamo non assaggiare il secondo, salmone in crosta accompagnato da spinaci alla crema e patata condita...( abbinato ad un vino buonissimo scelto da Pierre per l'adattabilità al menù offerto).



Per finire la torta al limone fatta in casa, davvero squisita...

torta al limone da Pierre

E' stata un'esperienza davvero bella, molto differente dal solito ristorante, non paragonabile per qualità-quantità di cibo, per l'aspetto esclusivo di una location tutta per noi, con uno chef non professionista appassionato e la sua compagna che prepara, cucina e si intrattiene con noi. 
Da sottolineare che, per buona pace dei ristoratori, questa esperienza non vuole sostituire il tradizionale ristorante, dato che essa offre qualcosa di molto diverso, che riguarda una nicchia e con modalità organizzative e sociali molto diverse.

A pranzo con amici da Pierre

Al nord, sopratutto a Milano, il social eating è divenuto un vero e proprio business redditizio, forse perdendo in parte la sua essenza autentica. Da Pierre ( e non solo), invece, è davvero solo il frutto di una passione incalcolabile per la cucina e per l'incontro con nuove persone. Quello che abbiamo mangiato, rispetto a quello che abbiamo pagato, rappresenta solo un rimborso delle spese sostenute ed un piccola quota che rimane a Pierre per "investire" su pentole, forni, frullatori ad immersione ed altro..
Ovviamente da Pierre puoi davvero mangiare la qualunque, dalla cucina siciliana alla francese, dal pesce alla carne.

Un esempio...

Le tendenze degli "home restaurant" stanno influenzando ( in positivo) i ristoranti di fascia alta, che puntano sui prodotti biologici della terra e sull'esclusività. La ricetta è pochi coperti giornalieri ma di grande qualità. Un esempio, il ristorante del Castello San Marco HotelMastri Flavetta Fine Restaurant, in cui lo chef attinge ad un orto biologico e cucina per pochi in una location esclusiva.

orto biologico del Castello San Marco

Mi piace sostenere le cose belle sul mio territorio, in particolare se indirizzate a chi viene a scoprire la nostra terra, ma anche a chi ci vive. L'esperienza di social eating di Pierre la proporrò in primavera attraverso un evento nel calendario di eperienze del mio progetto Sharing Sicily.

Se siete interessati a saperne di più contattatemi pure in privato seguitemi su Sharing Sicily.